Ensarte

Variazioni sull’anatra

PIAZZA JACOPO DELLA QUERCIA

di David Mamet
Produzione Ensarte
Elaborazione drammaturgica e regia Martina Guideri
Con Elisa Bartoli, Rita Ceccarelli, Lucia Donati
Luci e fonica Andrea Guideri
Selezione musicale a cura del m° Marcello Faneschi
Promozione e comunicazione Mariapiera Forgione

Gli antichi greci usavano stare tutto il giorno a guardare gli uccelli.

Prendevano una sedia, si sedevano, e li osservavano.

Li guardavano tutto il giorno, e si ponevano delle domande.

La loro civiltà è là che si sgretola e loro passano il tempo nel parco a guardare gli uccelli.

Erano gli antichi greci.

Uccelli da preda grassi e lucidi, e vecchi uomini obesi…che si guardano l’un l’altro

ciascuno facendo il necessario perché la terra continui a girare ancora un giorno.

Una panchina nel parco, luogo di attesa e di riflessione per eccellenza, diventa la scena in cui si evoca la distanza fra realtà, riflessione, sogno e desiderio, nonché l’unico luogo possibile per incontri, confronti e scontri fra sconosciuti.

Una scorbutica barbona che vive nel parco, un’anziana smemorata e una giovane runner si alternano nei dialoghi in un crescente surreale delirio, che ci mostra, inevitabilmente attraverso la comicità, il dramma della stasi e dell’attesa, dell’oblio e del ricordo.

L’inevitabile riflessione fra scena e platea ci spinge ad una alternante e viva identificazione fra anatre e persone.

Siamo anatre selvatiche o domestiche? Distanti o contigui? Cacciatori o prede?

Dalla penna del famoso drammaturgo e sceneggiatore americano, un testo leggero e ironico che ci racconta, attraverso la metafora delle anatre, il destino dello spettatore di fronte alla libertà dell’arte.

Ensarte ne dà una divertente rilettura tutta al femminile, con inevitabili ed espliciti riferimenti all’epoca ‘covid 19’

Spettacoli:

mercoledì 28 luglio – 21:30

ACQUISTA

Dove siamo:

Contatti:

Piazza Il Campo, 1 53100 Siena

Ufficio Teatri Comune di Siena:

  0577292141

  teatrisiena@comune.siena.it